giovedì 26 marzo 2020

Playscape: la nuova collana di libri didattici interattivi firmata Erickson!

Un'utile collana di libri, soprattutto in questi giorni di didattica a distanza, è sicuramente PLAYSCAPE.

Playscape è una nuova collana di libri e giochi da tavolo realizzata dalla casa editrice Erickson e rivolta ai nostri ragazzi che frequentano la scuola secondaria di primo grado.

Il principio che sta alla base di questa interessante proposta, è quella dell’Escape Room. 

Un escape room è un gioco di logica dove ogni volta i partecipanti sono chiusi all’interno di una stanza allestita a tema e devono trovare una via di fuga. Ovviamente ciò sarà possibile risolvendo una serie di rompicapi e di enigmi!

Si tratta di veri e propri libri giocabili, ricchi di enigmi da risolvere, situazioni che chiamano alle abilità di problem solving, ma anche ai più canonici e interessanti indovinelli e rompicapi. 

giovedì 12 marzo 2020

Podcast, Podcaster, Podcasting: come orientarsi per l'ascolto in lingua inglese e non solo!

Il “PODCAST” è sinteticamente un grande contenitore tecnologico ricchissimo di informazioni! Veicola contenuti con grandissima semplicità tramite l’ascolto di file audio in rete su tutte le applicazioni in cui vengono automaticamente distribuiti. 

Chi realizza un podcast, e che si chiama Podcaster, non ha bisogno di particolari ausili tecnici per farlo, anche perché molte applicazioni propongono già l’utilizzo del microfono incorporato sul proprio smartphone, e si occupano loro anche della distribuzione del podcast sulle varie piattaforme, sia nel circuito Apple che Google.

Ma proviamo a capire meglio cosa che cosa è un podcast e come funziona: immaginiamo una stazione radio tradizionale, con i suoi contenuti, e immaginiamo che questi contenuti possano essere scelti autonomanente dall'utente, inseriti tra i preferiti, e ovviamente ascoltati in qualsiasi momento e da più dispositivi. 

martedì 3 marzo 2020

iWinABC Dyslexia: l’app per la lettura temporizzata dei testi

Un’app realizzata proprio per il trattamento della dislessia: è iWinABC, che fornisce la possibilità di una lettura temporizzata dei testi con scansione di parole e di sillabe. 

L’app fornisce la possibilità al lettore di scegliere un testo sul quale esercitarsi. Il testo viene quindi scandito in sillabe direttamente dall’app. La scansione può essere eseguita sia in parole che in sillabe e la persistenza può essere sia automatica che regolata manualmente. 

Ci sono alcuni parametri molto importanti nella lettura di un testo, come il tipo e la dimensione, l’interlinea, la possibilità di evidenziare. Questi parametri nell’app sono tutti personalizzabili e regolabili a seconda delle esigenze di ciascun lettore. In questo modo la fase di esercizio sul testo che l’app consente, si colloca all’interno del più vasto percorso riabilitativo, in presenza soprattutto di dislessia ma anche di altre difficoltà legate alla lettura. 

lunedì 24 febbraio 2020

Educreations: un interessante strumento di screencast

Una vera e propria lavagna interattiva e contemporaneamente uno strumento di screencast davvero molto semplice da utilizzare. Si chiama EDUCREATIONS. Ma che cosa è lo screecast? Tecnicamente esso si definisce come una registrazione digitale dell’output dello schermo. E’ una evoluzione del comune screenshot, quindi dell' istantanea del monitor dell’utente. 

Nel caso dello screencast si parla invece di un insieme di fotogrammi, registrato attraverso un vero e proprio video, di ciò che un utilizzatore vede sul proprio monitor. 

In questo modo la semplice visione di un video, si arricchisce di buone possibilità didatticamente valide, in quanto spiana la strada ad una forma di comunicazione visiva decisamente interattiva.

martedì 14 gennaio 2020

Rompicapi e giochi di enigmi in alcune app!

Un rompicapo, è per definizione un problema o meglio un enigma, reso sottoforma di passatempo e di modo per mettersi alla prova, in particolare esercitandosi con varie tecniche di problem solving, a seconda del tipo di enigma richiesto, allo scopo di risolverlo. 

I quadrati magici oppure la torre di Hanoi, sono solamente alcuni tra i rompicapi più celebri, che richiedono ore ed ore di impegno per giungere ad una soluzione.

Già anticamente, abbiamo notizie di rompicapi e soprattutto dei loro celebri inventori, uno tra questi fu il matematico Leonardo Pisano, detto Fibonacci, che visse a cavallo tra il 1000 e il 1250 a.C. Egli è soprattutto famoso per il suo enigma chiamato Il problema dei conigli

Celebri sono gli enigmi di Archimede (come il poema dei buoi), ma soprattutto celebre in tale senso è un’intera epoca, quella mediavale. In particolare, come dimenticare che Carlo Magno fu un grandissimo appassionato di enigmi logici e matematici? Ci fu ad esempio l’ecclesiastico anglosassone Alcuino, famosissimo ancora oggi per il suo enigma chiamato dell’attraversamento del fiume. E tra un enigma e l’atro, si arriva al 1700, con Il problema dei sette ponti di Koningsberg, che prende il nome dalla cittadina prussiana che ha dato i natali ai filosofo Immanuel Kant. 

Ma tra tutti i rompicapi, forse il più celebre è il cubo di Rubik, diventato anche il giocattolo in assoluto più venduto nella storia. Il cubo di Rubik è composto da 3x3x3 cubi più piccoli. Le facce di questi cubi sono di colore differente, e quelle del cubo più grande sono fatte in modo da permettere al cubo stesso di muoversi. Obiettivo del gioco, è quello di ottenere una configurazione tale in cui in ogni faccia del cubo più grande, ci sia  lo stesso colore.

I vantaggi dei rompicapi numerici e geometri, sono molteplici. Innanzi tutto, essi consentono spesso di approcciarsi in maniera giocosa e divertente a regole e principi matematici che diversamente sarebbero piuttosto ostici. Inoltre, questi rompicapi consentono di esercitare competenze legate alla pazienza e alla concentrazione, e possono anche essere svolti in piccoli gruppi di lavoro o in vere e proprie squadre.

Oggi i ragazzi hanno la possibilità di scoprire tanti rompicapi, anche d’origine molto antica, attraverso delle interessanti app, per smartphone e soprattutto per tablet. Vediamone alcune nel dettaglio:

lunedì 23 dicembre 2019

IDICKENS: una bellissima esperienza letteraria in una app!

Dal vasto e didatticamente valido mondo di IClassics (www.iclassicscollection.com) oggi parliamo di iDICKENS: GHOST STORIES. IMMERSIVE EXPERIENCE.

Si tratta di un modo divertente e coinvolgente, per vestire in modalità interattiva un classico della letteratura inglese. In particolare, questa vera e propria perla nel panorama delle app letterarie, potrebbe essere un autentico punto di partenza per la scoperta di tutta l’opera di Charles Dickens. 

Il celebre autore inglese, nasce a Portsmouth nel 1812, ha legato saldamente il suo nome non solo a tematiche importanti di denuncia sociale, ma soprattutto a personaggi letterari davvero indimenticabili. 

Dickens, con il suo A Christmas Carol, o con Oliver Twist, resta amatissimo dagli inglesi, e molto studiato nelle scuole, amato anche dalle nuove generazioni di ragazzi inglesi e non solo, che lo scelgono spesso per le loro letture didattiche, come quelle della Penguin.

mercoledì 13 novembre 2019

Alcune app e risorse digitali per la Dislessia

Iniziamo oggi un focus sulle app più utili con dislessia o difficoltà di lettura. Queste app vengono valutate in base alla semplicità di utilizzo ma soprattutto alla capacità di inserirsi in punta di piedi ma in maniera puntuale e funzionale, anche all’interno di un percorso riabilitativo. 

L’esigenza, sia a scuola che in famiglia, è indubbiamente la stessa: trovare soluzioni semplici che mettano sempre e comunque al centro la serenità del bambino e del ragazzo.

 Tra le app delle quali parliano oggi, c'è quella edita da Sinnos, una casa editrice da che 25 anni sempre molto attenta alle difficoltà di lettura.